Is been a while!!!!!!!!:(

Si lo so è da molto che non scrivo nulla..pensavo di aver persino dimenticato la password:(

E’ stato un lungo periodo..mooolto lungo…come al solito sono successe tantissime cose!!! bellissime, perché si sa che appena arriva il sole e sale la temperatura anche il nostro umore sale alle stelle:)

Ho cominciato il lavoro quindi metterò da parte un pò di soldini:D entro la fine dell’estate. La cosa che mi preoccupa di più è il fatto di non avere più tempo per nulla:( vado a scuola di mattina, mangio, compiti di pomeriggio e lavoro di sera:( e lavoro pure di sabato:( poi torno sempre stanca e non faccio nulla se non dormire:(:( Tiro avanti perché ho dei progetti:)

Con quei soldini mi vorrei prendere un cane “spitz di pomerania” che sono tanto adorabili da cuccioli, però da grandi? Ecco qui un video del cagnolino “tipo”–>http://www.youtube.com/watch?v=7Vc059JwCUU&feature=feedu

se non mi prendo questo cagnolino, avevo in mente di fare una vacanza studio a Londra per 2 settimane (ma ci vorrebbe troppo tempo per i documenti visto che sono minorenne:() Quindi è così che tiro avanti:)

Ma la cosa a cui punto di più è una spada lazer di Star Wars:) è per il 18° compleanno del mio ragazzo, voi che dite?

Cosa regalereste a un ragazzo che compie 18’anni??:)

Uff è già tardi:( sarà meglio andare a nanna:):)

Notte notte!!!!

Nuovo partito politico “Fan***o alla tristezza”

Ok tanto per sdrammatizzare il clima politico che c’è in questo periodo in Italia (scandali di ogni tipo compresi), mi sono data ad un nuovo partito politico.

La cosa riguarda tutti giovani (sopratutto), adulti ed anziani.

Ovviamente alcuni di noi sono stufi di Berlusconi e di tutte le sue bravate.

Bersani ha addirittura creato una petizione per far sì che Berlusconi se ne vada dal governo italiano. (peccato non essere maggiorenni e non avere 24 carte d’identità:( avrei firmato io tutto quanto:))

Ecco quello che penso e cosa direi al presidente del consiglio dei ministri:

“Egregio..Berlusconi,

sono solo una ragazzina di 16 anni, che probabilmente non le dovrebbe dare del “tu” ma io oso un pochino (non l’ha fatto Bersani), sono consapevole della mia età, ma sono consapevole anche della tua. Non credi che sia meglio dimettersi a 75 anni anziché essere dimesso?

Io mi sarei dimessa a 60, 15 anni fa..come sarebbe stato giusto.

Penso però che i soldi ti facciano molto comodo, ma sai anche quelli finiscono prima o poi, a differenza del tuo buon senso…”

Tralasciamo, vorrei tanto dirgliele queste cose in faccia. Poi tante tante altre cose molto carucce…tipo sulla scuola privata.. Ma tu che scuola ha fatto???? Sai non tutti siamo ricchi come lei. I miei si fanno il c**o per pagarmi un liceo classico. Non credi che avremmo la stessa istruzione come te?

ECCO COME IL GOVERNO ITALIANO SI INVENTA COSE NUOVE PER DERUBARE GLI ITALIANI E NON (perché ci sono stranieri che sono il 3/4 della popolazione e che lavorano molto più degli italiani)

Bahh! Parlo col muro.

Ritornando a noi. Nell’ultimo periodo ho passato cose belle e cose brutte a seconda della situazione e penso che tutti alla fine ne abbiamo passate di belle e di crude.

Fatto sta che aspettando la primavera, mi sono detta: “eh che cavolo! Arriva il caldo! Il sole! tra un pò finisce la scuola:) se fossi tutta la vita triste cosa risolverei??”

Come non detto-.-”

Nel nord, batte un vento della madonna:( e il cielo è ricoperto di nuvole.

Comunque nonostante tutti questi piccoli dettagli ho creato un piccolo partito politico (ovviamente immaginario:) di cui tutti possono farne parte e crearselo nella mente:D)

Quindi da oggi, sperando che il bel tempo ci assista:) Il nuovo partito politico Fan***o alla tristezza avrà inizio:)

Non avere nulla da fare..ma rompere comunque le p***e

Metto di nuovo mano sul pc..e riscrivo..

Oggi mi hanno regalato un nuovo diario, ma come gli altri lo inizierò e poi lo lascerò incompleto e di conseguenza ho deciso di lasciare le sue pagine pulite..vuote.

Scriverò per non dimenticare..un giorno..

Non ho più avuto nulla da scrivere o da pensare..è stato diciamo un momentaccio..avrei solo bisogno che nessuno facesse la stessa domanda ogni volta.. “si sto bene”..se solo la mia risposta fosse vera..non ho solo voglia di parlarne e forse a volte il mio sorriso finto parla da sé, ma se devo essere sincera non me ne frega più di tanto di ciò che pensa la gente di me. Io sono io e se agli altri non piaccio me ne faccio una ragione..

Pazienza..ho imparato che comunque le persone non sono tutte sincere come me le aspetto io, tendono a essere false per i loro comodi e che non tengono affatto a me, quindi cerco di starmene a distanza da chi non mi fido. Il fatto che io non abbia amici non mi tocca minimamente..ecco un motivo per cui voglio andarmene in Canada.

Con Rem si può dire che va meglio ma, non so se durerà..Stiamo insieme da un anno e fin ora non avevamo mai litigato (lo so l’amore non è bello se non litigherello), ma le cose sono cambiate perché stiamo crescendo ed entrambi abbiamo scelto strade diverse che forse non si intrecceranno in un futuro insieme..Io ho scelto il Canada per il mio bene, non pretendo che lui mi segua, ma forse ci sto male?

Bisogna guardare la faccenda con occhi maturi ed è quello che sto cercando di fare. Se le cose tra noi non funzioneranno è meglio finirla e basta…l’allontanamento c’è lo stesso quindi..

Chi vivrà vedrà…a volte vorrei avere una di quelle sfere nelle quali si può vedere il futuro.

Forse dovrei darmi alla cartomanzia:)

 

 

Per la lacrima che compone la mia anima

Sono ormai distrutta..non so che fare cara me; le lacrime riaffiorano ogni volta che vedo in me un nostro ricordo..mi sento così sola ora; più sola che mai.

Dico di stare insieme a lui è vero ma a questo punto penso sia lui a non stare con me..non so più cosa pensare, non so che fare o dire. Sono triste e ho solo bisogno di staccare la spina. Dice di amarmi ma io stessa so che non lo pensa sul serio, lo pensava..ora non più. E lo sa pure lui, semplicemente non ha il coraggio di ammetterlo.

Mi esclude dalla sua vita e lo fa a dir poco in modo sbagliato. Dice di voler stare con me ma non si vede mai da queste parti, nemmeno quando può…preferisce gli amici al posto mio, sono meglio loro di me. E mentre io sono in punizione anche per colpa sua lui esce con gli amici, abbandonandomi in un angolo come un giocattolo che non può essere più usato…Ormai sono quello, no?

E io come una stupida ci sto male.

Qualcuno che dice di amarmi ma non lo fa, forse…non mi merita?

L’allontanamento ormai è dovuto da tante cose messe una sopra l’altra e sento che tutta la colpa sia mia, sento di essere io quella che ha causato tutto. E poi i suoi messaggi da idiota che mi fanno solo più male.

Piango su qualcosa di finito? Piango quando mi sento veramente male, quando accumulo troppe cose brutte e piango ormai da due settimane a questa parte.

Sento la spaccatura, il baratro un vuoto incredibile che nessuno in questo momento può colmare.

Sono sola..ecco cosa sono..nessuno riesce a capire la mia situazione adesso, nemmeno colui di cui mi fidavo e credevo fosse solo mio (evidentemente mi sbagliavo), non può capirlo nemmeno lui che pensavo capisse tutto dai miei occhi; forse ormai non gli interessa più capirmi; ha solo capito che io non sono tutto per lui e che come avevo dedotto non sono io quella giusta per lui.

L’ho capito e mi ci sono fatta una ragione, ma non serve che mi faccia tutto questo, perché io gli voglio un bene dell’anima e credevo sul serio in futuro accanto a lui (cosa in cui lui non credeva e credo che mai crederà) e ci tenevo sul serio alla nostra storia.. Ma non sono io questa volta, se no non me ne starei qui a piangere sul pc a quest’ora. Non do la colpa a lui, semplicemente vorrei che mi dicesse di lasciarlo stare, di non cercarlo più di non guardarlo più in faccia se è veramente quello che vuole.

Ha voluto lasciarmi giovedì scorso e non vedo come abbia potuto cambiare idea in mezz’ora, ha solo detto di non voler fare la cazzata più grande della sua vita, io credo che tenerlo stretto a me come un uccellino in gabbia, significhi spezzargli le ali e non poterlo più far volare, ma vedi io non sono forte…e come ben sai ci metterò sempre l’anima in tutto ciò che farò con chiunque sarò e sarò sempre io quella che ci resterà male, sarò sempre io quella che soffrirà..come è successo fin ora e come succederà d’ora in poi.

Ho solo tremendamente paura di ciò che succederà senza di lui..Ho imparato molte cose in un anno..ho detto di fidarmi di lui, ci avrei messo la mano sul fuoco ma non è così..

Ora dico di avere lui al mio fianco, cosa che non so ancora per quanto durerà…ma, è cambiato, non è più lui, ha 18’anni ormai e lo posso capire..diventa un adulto, sceglie la strada migliore per lui e io di quella strada non faccio parte..questo si chiama crescita e quando non facciamo parte della crescita di qualcuno, fa tremendamente male..mi sono accorta anche di questo.

Sento che tutto quello che abbiamo provato a costruire in un anno crollerà, e non cadrà su di lui, ma bensì su di me perché mi volterà le spalle quando più avrò bisogno di lui.

È questo che si prova ad amare qualcuno?

E tu? Me che sei là dentro, la stessa Me che diceva di starmi sempre vicino, che non mi avrebbe abbandonata mai..che fine hai fatto?

Dicevi le sue stesse parole, ma come lui sei cresciuta e anche tu mi hai dato le spalle ..solo io sono rimasta piccola…ingenua..Perché io non cresco come gli altri?

Sono piena di un misto di sentimenti e uno vale più dell’altro.. Sarò di nuovo sola..è solo a questo che riesco a pensare..SOLITUDINE, maledetta..fin da quando ero bambina non mi ha mai abbandonata. L’unica forse a non averlo fatto…

Ritornerò come prima? Chiusa, introversa, vuota con occhi spenti? Ero così? Si ero io e dimenticherò tutto ciò che mi ha insegnato, come dimenticherò lui prima o poi, lui e tutto ciò che lo riguarda.

Sarà dura..tutto qui mi ricorda lui. Nulla gli ricorderò io però, perché io nella sua vita sarò qualcosa di insignificante.

Credevo di essere più forte e invece mi sono illusa. Io sono solo una fifona, senza cuore.

Non tornerà più come prima e lo sappiamo tutti e due ma non abbiamo il coraggio di rinunciare l’uno all’altra, non è così?

 

 

 

Quanto sapete sopportare? Consiglio!!!! help me!!!!

Mi trovo decisamente in un vicolo ceco.  Mi sento male, tutto qui..non so come uscirne però.

Voi cosa fareste al mio posto?

Fino a capodanno andava tutto bene tra di noi, ma poi mi è arrivato il vero botto. Ci sono rimasta malissimo sul serio, per vari motivi.

Poco tempo fa ci chiama mia zia dal Canada dicendoti che li si vive alla grande (nonostante la crisi, dice che si trova lavoro facilmente e di ogni tipo..e in più lo stato ti aiuta molto) quindi i miei genitori hanno deciso di raggiungerli lì cioè di trasferirsi..con me compresa..

Ne avevamo parlato insieme ed anche con il mio ragazzo (sembrava entusiasta), aveva detto che sarebbe venuto appena finito le superiori e magari durante l’estate..come una stupida gli ho creduto e ho fatto male, anzi malissimo…aveva detto che non mi avrebbe lasciata sola..

Ci sono rimasta come una merda secca schiacciata sull’asfalto da un hamer.

Due giorni fa è iniziato tutto.. Gli avevo raccomandato di prendere una decisione molto importante per la sua vita e non sono stupida, gli ho anche dato tempo..fra un anno da quel che ho capito arriva la partenza..non volevo che mi desse la risposta subito ma nemmeno l’ultimo giorno..

Sta di fatto che di mattina mia madre mi chiede se lui mi ha già dato la risposta e io allora le dico di no quindi lei mi dice che mentre parlava con sua madre (di lui) lei le avrebbe detto la decisione presa da lui.

Io un pò arrabbiata, ma più che altro frustrata gli scrivo chiedendogli se non ha per caso qualcosa da dirmi a proposito della sua decisione riguardo al canada(io non sono una di quelle ragazze che aspetta per vedere che succede..anche se forse avrei fatto meglio [infatti tutti danno la colpa a me] non voglio farmi del male) lui mi risponde con: “mi dispiace dirtelo, ma quello non è il mio futuro momentaneamente” ci sono rimasta male per un secondo (si mi dispiace tutt’ora ma sono troppo orgogliosa per ammetterlo)ma mi ha fatto più infuriare il fatto che non me ne abbia parlato e dopo tutto questo mi fa dedurre che lui probabilmente non vede un futuro insieme a me…voi cosa ne pensate????

Poi come se non bastasse ci si mette lui a fare l’arrabbiato, infatti gli ho chiesto di chiarire e lui mi ha risposto “tutto a suo tempo” e li mi è partita la testa e non ci ho più visto…ma lui poi non ha più scritto ( e mi ha fatto male, troppo male…perché è come se non gliene fosse fregato nulla di noi) quindi mi sono inca***ta ancora di più e gli ho dato 24 ore per dimostrarmi che ci tiene a me (questo la sera..era andato al cinema) ed è venuto il giorno dopo alle 14..Abbiamo discusso e gli ho chiesto cosa avrebbe voluto farsene della nostra relazione..è riuscito a dirmi “non lo so” (ci stava male e si vedeva, ma anche lui fa stare male me tutt’ora)..

Si abbiamo fatto pace..ma in una maniera penosa..aveva detto di andare avanti e di non guardare più il passato, di dimenticare quello che era successo negli ultimi giorni (di metterci una pietra sopra), ma se prima mi chiamava amore e mi riempiva di coccole, ora non lo fa più..non mi dice nemmeno più ti amo o ti voglio bene (non che lo pretenda veramente..ma non dimostra più affetto per me). Non sono stupida e mi accorgo quando qualcosa non va.. eppure gli ho chiesto se voleva del tempo per decidere se stare ancora con me e lui ha detto di non volerne; vorrei solo che mi dicesse che non prova più nulla per me, al posto di fingere…è questo che mi fa più male.

Conclusione della giornata: se ne è andato alle 15 perché doveva aiutare a studiare una sua compagna..ma vi pare normale??? Io non so più cosa pensare..

Io al suo posto se vedessi che le cose con la persona che amo veramente non vanno bene e che il nostro rapporto è compromesso, me ne sarei stra inculata di quello che mi aspettava per studiare..ci avrei pensato due volte su..

Domani devo andare a casa sua, non voglio farlo stare male, ma queste cose gliele vorrei dire (come posso cominciare il discorso secondo voi?)..

Help me please!!!!!!!!!!!!!!! Mi sento incastrata in una situazione spiacevole..

 

Creazione #1

Vestito per feste galanti

Avevo creato questo vestito qualche giorno fa..ma la stampante non l’avevo ancora installata sul pc nuovo quindi ho postato il vestito solo oggi 😦

Descrizione:

è un vestito molto elegante e di sicuro per feste e occasioni.

L’ho creato in due diversi colori nero e rosso; adesso, secondo voi qual’è quello che si adatterebbe di più a questo vestito? O se no di che colore lo avreste fatto?

Il mio ragazzo dice che il vestito è meglio in rosso..mah

———————————————————————————————–

Purtroppo so disegnarli ma non so materializzarli, perché non so cucire 😦

Mia madre sa cucire ma non ha mai tempo per insegnarmi come si fa (vuoi per il tempo, vuoi per la voglia) e poi non sono una di quelle ragazze benestanti e di conseguenza con la crisi che c’è, non mi posso ancora permettere della stoffa come si deve (e devo dirvelo non vorrei fare questo vestito con il cotone..mi serve del materiale più ok) e nella mia zona il materiale costa parecchio.

Comunque io continuerò a disegnarli e continuerò a riportarli sul blog.

Se avete richieste, suggerimenti o quant’altro sarò lieta di accettarli:)

See U!!!!!!!!!

P.S mi dispiace se la foto è uscita male ma, il mio pc non sopporta photo-shop perciò non ho avuto modo di rifinirla:(

Gomenasai!!!!!

Progresso tecnologico e scientifico

Avevo da fare un tema a riguardo e devo consegnarlo lunedì. Vorrei sapere cosa se pensate? Commentate:)

 

Comincerò con il dire che non mi sono particolarmente interessata a questo tema perché non avevo nulla di cui parlare.

Stando a casa mi sono venute molte  idee  (la vacanza si vede che fa miracoli).

Al Gore è la mia idea.

Ok, vi chiederete cosa c’entra l’ex futuro presidente d’America con il progresso tecnologico e scientifico (tra l’altro sarebbe dovuto essere lui l’ex presidente degli USA ma, lasciamo da parte questo discorso, ci sarebbe troppo da scrivere e la mia insegnante non sarebbe disposta a sapere il mio pensiero a proposito di questo).

Avete ragione a chiedervelo. Io stessa me lo sono chiesta.

Al Gore ha presentato un documentario qualche anno fa, di cui lui stesso ne è l’attore “Una scomoda verità” si chiama.

Ho visto il documentario alle medie e mi è sembrato monotono, lungo, non interessante, ottimo per dormire (forse perché il professore che avevo metteva pausa per spiegarci ogni singola frase), ma oggi mentre mi scervellavo sul divano per trovare qualche idee è caduto giù come un fulmine a ciel sereno.

Va bene ance questo, ma…come lo collego all’argomento della traccia?

Ho ragionato molto ed ora vi esporrò la mia conclusione.

Ho preso il computer e mi sono informata un poco, mi sono riguardata il documentario ed ecco l’agganciamento.

Potrei cominciare in tanti modi diversi  questo tema, ma io lo inizierò con una citazione di qualcuno che non conosco, ma che ho trovato su internet pochi giorni fa.

“ Il futuro è una lotteria”

Io trovo questa citazione molto vera.

Tanto tempo fa, gli uomini non avevano tutto questo..tutto ciò che ci circonda se lo sognavano di notte e chi alludeva ad un futuro come questo aveva poche speranze di vita.

Pensiamo ai cavernicoli: prima di scoprire il fuoco (portato sulla terra da Prometéo, secondo il mito) si riscaldavano attraverso il calore del corpo umano.

Andiamo avanti sulla linea del tempo.

– 1960 gli uomini imparano a riscaldare le stanze attraverso i camini.

-2000 il camino adesso lo teniamo per abbellire il salotto un po’ rustico dove si sta con la famiglia il fine settimana, dove ci si sente a casa.

Lo accendiamo poche volte (solo per fare un po’ di scena)..adesso ci sono i termosifoni, piccoli, pratici, rendono la casa più moderna e non devi pulirli.

Questo era il riscaldamento; passiamo ora alla comunicazione.

Inizialmente le persone come ci insegna la storia erano a stretto contatto tra loro e comunicavano.

La scrittura e l’alfabeto portarono ad un livello superiore la comunicazione. Ma ci fu quel passaggio..quel animale che diede il via alla comunicazione ufficialmente.

Sì, il cavallo. Questo animale magnifico (per alcuni si, per alcuni no) risparmiò la vita a molte persone che morivano nei deserti con messaggi non trasmessi.

Poi anche il papiro fece la sua apparsa in scena evitando così di far imparare a memoria ai messaggeri  i lunghi discorsi, le lettere d’amore, il bagno dei figli alle ore sei, il pane cotto alle 8 pronto per essere servito sulla tavola del padrone..e chi  più ne ha più ne metta..

Ora siamo del 2010. Le cose sono cambiate grazie all’inventore francese Charles Bourseul  quando nel 1854 osservò che le vibrazioni di una membrana prodotte dalle onde sonore potevano essere usate per chiudere e aprire un circuito elettrico, causando in questo modo vibrazioni analoghe in… STOP!!!! Non mi interessa tutta la storia!!!

In altre parole questo inventore francese diede il via allo studio del telefono (per alcuni la cosa più bella, come per noi giovani, per altri una disgrazia, come per i nostri genitori).

Da allora nulla è più lo stesso.

Dopo molti anni (non così tanti alla fine..) arriviamo al cellulare.

Ah..una piccola scatola, colorata in vari modi (come preferite), versatile per giunta..entra nella tasca dei jeans (causando tumori da tutte le parti per via delle vibrazioni che emana [se usata per molto tempo]) senza contare che con quest’invenzione si possono fare molte più cose di quante se ne facevano con il vecchio telefono; si può giocare, si può ascoltare musica, si entra su internet  dove si parla, chatta, ci si video messaggia.. si possono fare tutte queste cose contemporaneamente..

Si può avvisare i genitori che si può fare tardi per la cena, le amiche che il giorno dopo non si va a scuola, il capo per un disguido con un cliente che richiede i suoi documenti, ecc… troppo noioso da elencare tutte le cose che si possono fare..

Poi c’è la mia preferita..Quella che si vede in Cenerentola, Biancaneve, La bella addormentata nel bosco, poi..anche in Barbie se non mi sbaglio..da piccola sognavo un matrimonio come un loro; o forse io sognavo i pony che trainavano la carrozza addobbata di fiocchi e fiocchetti, fiori… tralasciamo.

La carrozza dopo il cavallo fu la cosa più entusiasmante. Nel  XIX  fece la sua prima apparizione alla corte di un ricco borghese, fermandosi davanti alla sua porta (il resto con la signorina che scende dalla carrozza non penso sia importante, ve lo risparmio).

Trasportava solo persone, e non tutti se la potevano permettere.

Mia nonna ne ha ancora una ma non di quelle belle con decorazioni e ghirigori, ma una di legno ormai putrido fatta da mio nonno pre trasportare animali e fieno.

Poi  nel ‘900 si ha la prima macchina negli Stati uniti la Ford.

La macchina, molto elegante, comoda e specialmente utile.

Con la scoperta del petrolio si ebbe un uso della macchina più esteso, specialmente in guerra.

La medicina è stata la cosa più importante nelle storia del uomo.

Ci si medicava con erbe e si moriva (non sempre ma quasi) poi arrivarono i medicinali ed infine le nuove tecnologie ed apparati per poter curare le persone da ogni sorte di malattia.

La tv e i media sono buone fonti di informazione e di divertimento, come lo è anche il computer che alla sua nascita era un pargoletto piccolo quanto due stanze di una casa normale, se non di più.

Da queste cose ci rendiamo veramente conto di quanti passi abbiano fatto la tecnologia e la scienza.

Torniamo ora indietro.

Avevo considerato solamente i “PRO” di questo tema, è il momento di considerare anche i “CONTRO”.

Riprendiamo dai termosifoni . Hanno bisogno di molte energie per funzionare ; che io sappia quelli in casa mia vanno ad acqua.

Prendiamo in considerazione che tutti i termosifoni  funzionino con l’acqua. Domanda, da dove prendono tutta l’acqua?

Certo, li usiamo solo durante il periodo freddo dell’anno, ma l’acqua non è infinita sul nostro pianeta. Prendiamo in considerazione anche il fatto che una persona non solo si riscalda ma anche: prepara da mangiare, beve, si lava e tira l’acqua del wc.

Su questo pianeta siamo in milioni. Presto l’acqua si esaurirà.

Avevo parlato della comunicazione tra le persone. Il telefono , internet, tv (e tutto ciò che la riguarda), pc, sono molto utili per l’uomo, ci aiutano a comunicare con le persone di tutto il mondo, ma ci distaccano da ciò che è la realtà.

Per esperienza personale ne so qualcosa. I miei genitori sono un esempio perfetto. Nonostante abbiano una certa età, mia madre gioca sul mio computer a spider da ormai 5 anni senza mai cambiare gioco, guarda Rai News 24, 24 ore su 24, mio padre invece usa il cellulare, ma non sa salvare un numero di telefono e guarda un canale di musica indiana, nonostante non capisca una parola.

Sono un’adolescente e ho bisogno di essere ascoltata, ho anche io i miei problemi e vorrei dei consigli, ma non mi piace che i miei genitori mi dicano “Aspetta un minuto tesoro, che finisce il telegiornale e poi parliamo.” Poi magari mia madre cerca un altro canale e un altro telegiornale.

Però oltre a questo sono genitori amorevoli.

Molte volte manca una conversazione, e un approccio alle persone che si vogliono bene e che si conoscono.

Arriviamo al punto della macchina e alla scoperta del petrolio. Anche queste cose sono molto utili, si va in vacanza, si viaggia..

Ma si inquina coooosì tanto!!!!

Ed eccoci arrivati ad Al Gore.

Il documentario parlava essenzialmente dell’inquinamento e del riscaldamento globale.

Sappiamo tutti il perché del riscaldamento globale.

Troppa CO2..I ghiacciai si sciolgono e la terra verrà sommersa dall’acqua.

Quello però che mi ha più impressionato di questo documentario è il modo in qui il presentatore (appunto Al Gore) ci presenti il problema e ci inviti a produrre meno inquinamento.

Si è dato da fare anche per trovare dei consigli su come produrre meno CO2.

Ma dal 2007 ad oggi si sono visti pochi risultati.

Vi starete chiedendo ancora una volta cosa ha a che fare l’effetto serra con il progresso tecnologico e scientifico.

Mentre scrivo cerco di trovare un finale adatto. Mi ci è voluto un po’ per trovarlo e non sono del tutto sicura che vada bene ma tentar non nuoce.

Posso concludere che ogni progresso ha un CONTRO più grande rispetto al PRO. Io trovo che i PRO debbano essere equilibrati ai CONTRO affinché non succedano catastrofi.

Io la penso così, ma ognuno la vede da un punto di vista diverso.

Ormai ho scritto 1547 parole per dire solo che dovremmo pensare alle conseguenze quando creiamo qualcosa che ci possa semplificare la vita, perché potrebbe essere anche la causa della nostra morte.

“ Le future generazioni potrebbero chiedersi “Cosa fecero i nostri genitori? Perché non si svegliarono quando ne ebbero l’occasione?” Dobbiamo ascoltare quella loro domanda. Ora!”

-Al Gore-

Non volevo che fosse un tema troppo noioso perciò lo reso un pò mio 🙂

Scusate per l’impaginazione ma è un altro formato e io ho fatto solo copia incolla 😛

Voci precedenti più vecchie